Le spiagge di Ostia: guida al mare di Ostia

Spiagge di ostia: tra stabilimenti e spiagge libere

Le spiagge di Ostia sono le più frequentate del litorale romano: non a caso, la città di Ostia viene spesso considerata come il “Mare di Roma”. Motivo per cui non solo i turisti, ma anche molti cittadini romani, decidono di affollare gli stabilimenti e le spiagge libere di Ostia ogni weekend durante il periodo estivo.

Il mare di Ostia viene frequentato anche nel periodo invernale, ma è durante l’estate che si registra il picco di bagnanti ovviamente. La città di Ostia, dato il suo alto numero di abitanti e la vicinanza con Roma, con il passare degli anni è stata attrezzata con moltissimi stabilimenti balneari: di certo troverai sempre lo stabilimento che fa al caso tuo!

Le spiagge del lungomare di Ostia

Il lungomare di Ostia è molto variegato e può essere tranquillamente diviso in quattro zone:

  • Lungomare Duca degli Abbruzzi
  • Lungomare Toscanelli
  • Lungomare Duilio
  • Lungomare Amerigo Vespucci

lungomare ostia

La prima zona contiene gli arenili più vicini al Porto Turistico di Ostia: si tratta per la maggior parte di spiagge libere e solo alcune di esse sono attrezzate con dei chioschi. Anche se è bene specificare che sono presenti alcuni stabilimenti balneari anche in quest’area del lungomare di Ostia. Le spiagge qui sono più piccole rispetto al resto del lungomare e frequentate per la maggior parte dai residenti.

Il lungomare Toscanelli di Ostia raccoglie sicuramente le spiagge di Ostia più frequentate durante tutto il giorno: si tratta del lungomare vicino al Pontile di Ostia e al cuore della città, ovvero Piazza Anco Marzio, facilmente raggiungibile grazie alla presenza della stazione di Lido Centro a 5-10 minuti dalle spiagge.

spiagge di ostia

 

In questa zona sono presenti buona parte degli stabilimenti balneari più frequentati, anche se ci sono delle spiagge libere (come la zona del “Curvone”, una spiaggia libera che prende al nome da un grosso parcheggio vicino alla curva di una rotonda). Gli stabilimenti qui presenti sono sicuramente quelli più affollati, soprattutto da giovani (sia di mattina, sia di sera), complice la vicinanza al resto della città.

Invece più ci si allontana da Ostia, e quindi più si va avanti sulla parte del lungomare Duilio, più si trovano stabilimenti ben attrezzati. Stabilimenti con piscine, campi da volleyball, da calcetto e basket, ma anche dotati di ristoranti, cocktail bar, zone palestra e spa.

In quest’area è presente anche il Polo Natatorio di Ostia, centro federale della Federazione Italiana di Nuoto (aperto anche al pubblico in determinati orari), e la famosa piscina olimpionica con l’iconico trampolino dello stabilimento Kursaal. Le stazioni della metro che fermano nelle vicinanze sono “Stella Polare” e “Castelfusano”.

stabilimenti ostia

 

L’ultimo tratto del lungomare Amerigo Vespucci invece inizia dalla zona della rotonda della Cristoforo Colombo, strada che porta nel cuore di Roma in soli 25-30 minuti di percorrenza in media (evitando gli orari di punta del traffico). In questo tratto sono situati alcuni degli stabilimenti balneari più esclusivi, e spesso gli stessi stabilimenti rimangono aperti anche fino a tarda serata.

La zona può essere raggiunta tramite gli autobus, che si muovono su tutto il lungomare di Ostia, oppure fermandosi alla stazione “Cristoforo Colombo” (capolinea della Roma-Lido).

Le spiagge libere a Ostia e le dune di Capocotta

Le spiagge libere più belle di Ostia si trovano sicuramente nella zona delle Dune di Capocotta, spesso chiamata “i cancelli” (ogni cancello ha un suo numero e corrisponde ad una zona di spiaggia). Qui sono presenti:

  • Spiagge libere
  • Spiagge attrezzate con chioschi
  • Spiagge per animali
  • Spiagge per nudisti
  • Spiagge per la comunità LGBT

spiagge libere ostia

Insomma, nell’area delle dune di Capocotta avrai l’imbarazzo della scelta. Gli unici difetti sono i seguenti: questa zona si trova molto lontano dal centro di Ostia, ci vorranno infatti circa 20 minuti in macchina per raggiungerla (considerando un livello di traffico medio), ed inoltre trovare parcheggio non è molto facile.

Considerando che ci si trova in un’area protetta, sono pochissime le spiagge libere con dei parcheggi interni. Motivo per il quale molti bagnanti, se non tutti, sono costretti a parcheggiare ai bordi della strada (rallentando quindi la normale circolazione). La fatica per arrivare e cercare posteggio però sarà ampiamente ripagata. Qui le spiagge sono a contatto con la natura della pineta di Castelfusano ed il mare è sicuramente più pulito e cristallino rispetto al resto del lungomare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>